Biografia

Luca è un creativo nato in Italia, residente a Parigi, lavorante un po' in tutto il mondo, che ama il cinema e scattare foto. È il proprietario di uno studio, bello e accogliente, vicino al Beaubourg a Parigi. 

Il suo soggetto preferito sono vecchie fabbriche nella città di sua madre ma, alcune volte, preferisce semplicemente restare nel suo studio a scattare foto di nudi femminili su polaroid, perché lo trova divertente e le polaroid sono cool. Il suo colore preferito da usare come sfondo è lo ’storm grey’ e di questo Luca ne è felice così... 

Le immagini di Luca sono molto apprezzate per concetti che comunicano, la loro versatilità stilistica e la posizione trasversale verso tecnologie nuove e vecchie : i lavoro di Luca passano dalla manipolazione digitale delle immagini a grandi stampe in bianco e nero intonate a mano, dalla stampa al carbone, al platino e al collodio umido. 

Siccome Luca comprende la necessità di fare cassa divide il suo tempo fra progetti personali e lavori commerciali, inclusi diversi copertine per Le Monde, La Repubblica, L’Espresso, Flash Art, New York Times, El Pais, Il Venerdì, Photo France, American Photo, P - Polaroid Magazine e A Magazine.. I suoi lavori sono stati inclusi in diverse esibizioni, da mostre di gruppo ad alcune incentrate su di lui. Ha inoltre pubblicato diversi libri fotografici che coprono più di 25 anni della sua carriera. 

L’opera prima di Luca “Oversize” che spazia dal 1992 al 1999 (parte della quale visibile su questo sito) è stata ampiamente raccontata ed esposta attraverso mostre, articoli e libri, specialmente attraverso il suo primo libro dal nome omonimo “Oversize” appunto, pubblicato nel 1994. Al momento Luca sta lavorando a diversi progetti fra i quali “Facce da Londra”, un continuo virtuale di “Endroits Sensibles” un lungo progetto di ricerca su Parigi e le sue banlieues, e il più recente lavoro concettuale “When an Angel Deserve to Die”. 

Luca e' un grande ammiratore del cinema di Teo Angelopoulos, Andreij Tarkovskij, Ingmar Bergman e Akira Kurosawa. Luca è anche regista appassionato di film artistici quali: Sul finire del tempo, 1996; Il Gelato d'inverno, no, 1998; Mia madre, Lisbona, 2004; Le Soldat perdu, 2006; Un Giorno una vita, 2008; e direttore della fotografia di numerosi commercial e di alcuni cortometraggi, tra cui : Rosso di sera, 1995; Rinnovamento, 1996; Gli Strizzati, 2004; La Fabbrica dei sogni, 2006.

Using Format